Il gioco finalizzato all’apprendimento

di: Lucia Picardo - 23/04/2017
Scopri di più sulla domanda di messa a disposizione
Il gioco finalizzato all’apprendimento

Il gioco può essere finalizzato all’apprendimento, in quanto contempla una vasta ed ampia gamma di attività. Il gioco è per il bambino un momento di apprendimento, come se fosse un lavoro: i suoi sensi, le sue emozioni e il suo cervello si sviluppano.

Il gioco è un momento fondamentale per lo sviluppo del proprio carattere e la scuola è il luogo privilegiato di introduzione del bambino nel mondo della conoscenza.

Gli educatori ed anche le famiglie devono offrire più momenti possibili per attività ludiche, vista la loro importanza. Il bambino deve giocare da solo, ma anche con gli altri in spazi chiusi e all’aperto. Deve affrontare giochi in movimento e giochi più tranquilli. I giochi devono essere diversificati: giochi simbolici, di costruzione o caratterizzati da regole.

Il bambino giocando imparerà ad imparare, in quanto svilupperà diverse abilità, come l’abilità di interazione con il mondo o con l’ambiente. Imparare ad imparare è una meta abilità, che diviene il filo conduttore di una presa di coscienza in merito al proprio processo di apprendimento.

Imparare ad imparare col gioco

In uno studio di Claudia Valentini, insegnante, si legge: ‘Nella scuola dell'infanzia e nella scuola primaria le proposte di didattica metacognitiva possono essere quindi veicolate principalmente attivando tecniche del gioco e mediante un approccio ludico progressivo alla finalità di autoregolazione cognitiva. La più efficace modalità di realizzazione della didattica metacognitiva, sembra l'approccio autoregolativo, nel quale gli allievi vengono aiutati nel processo di riconoscimento delle abilità necessarie allo svolgimento di compiti di apprendimento ed incoraggiati alla scelta ed alla più produttiva applicazione di adeguate strategie operative’.

Gli insegnanti così come i genitori hanno il difficile compito di trovare sempre attività stimolanti. Inoltre, devono considerare giochi che puntano ad un apprendimento quanto più completo ed esauriente possibile.

Si tratta di un compito complesso che investe l’intero processo di insegnamento-apprendimento. Bisogna creare un contesto ludico che allo stesso tempo rispetti la natura del gioco dei bambini. Le esperienze che rimangono più impresse nella nostra mente sono quelle mosse da vivo e profondo interesse.

Un’altra variabile importante è l’automotivazione al gradimento. I bambini ad esempio potrebbero esprimere il loro gradimento verso una determinata attività, il tutto realizzato attraverso linguaggi non verbali o con metodi ludici.

 

DIVENTARE INSEGNANTE CON LA MESSA A DISPOSIZIONE, UN SOGNO POSSIBILE ANCHE PER TE

Ascolta le storie di Anna Maria, Paolo e Caterina ed inizia anche tu la tua avventura nel mondo della scuola
Video sulla messa a disposizione

RECENSIONI UTENTI valutazione voglioinsegnare

Scopri le esperienze di chi ha già usato il nostro servizio