Intervista al Ministro Bussetti: le novità su concorsi, bandi e assunzioni

di: Redazione - 25/10/2018
Scopri di più sulla domanda di messa a disposizione
Intervista al Ministro Bussetti: le novità su concorsi, bandi e assunzioni

Il Corriere della Sera ha intervistato ieri il Ministro dell'Istruzione Marco Bussetti, che elenca alcune possibili novità nel mondo della scuola.

Niente fondi alla scuola ma risorse risparmiate

L'aspetto maggiormente critico della legge di bilancio è il fatto che non sono previsti nuovi fondi per la scuola, per l'anno prossimo infatti si prevede una discesa della spesa del PIL dal 3,6 al 3,5.

In effetti il Ministro non parla di fondi aggiuntivi, ma di 110 milioni di euro risparmiati.

I fondi sono in parte ottenuti dai tagli dell'alternanza scuola-lavoro, iniziativa molto contestata e controversa.

Il reclutamento dei docenti

Dall'anno prossimo cambierà il modo in cui si assumeranno gli insegnanti.

Gli idonei non ci saranno più, ma ogni volta bisognerà fare il concorso per abilitarsi per il biennio di durata del bando in questione.

In questo modo si porrà fine al fenomeno dei ricorsi.

La formazione specialistica

Bussetti ha anche annunciato, come peraltro aveva già fatto, corsi di specializzazione per insegnanti di sostegno: dovrebbero essere 14mila per il 2019 e gli altri distribuiti nei successivi tre anni.

Autonomia differenziata a scuola: Veneto e Lombardia hanno chiesto la “regionalizzazione” di professori e presidi

Bussetti non si sbilancia molto su questo punto, ma afferma che ci potrebbe essere una fase transitoria in cui gli insegnanti possono passare da dipendenti dello Stato a dipendenti della regione su base volontaria.

Richiama comunque alla Costituzione e ai suoi principi, anche se il rischio è quello di creare un doppio sistema per il quale a Nord si potrebbe creare un sistema più ricco su base regionale, e a Sud un sistema più povero e carente.

Come cambierà il test di medicina

I quesiti saranno più inerenti a quello che si andrà a studiare, e i posti saranno almeno 11mila. Inoltre il Ministro ha manifestato il volere di emettere almeno duemila borse di specializzazione in più.


DIVENTARE INSEGNANTE CON LA MESSA A DISPOSIZIONE, UN SOGNO POSSIBILE ANCHE PER TE

Ascolta le storie di Anna Maria, Paolo e Caterina ed inizia anche tu la tua avventura nel mondo della scuola
Video sulla messa a disposizione

RECENSIONI UTENTI valutazione voglioinsegnare

Scopri le esperienze di chi ha già usato il nostro servizio