Ministro Bussetti: "Stop ai trasferimenti dei prof neo assunti"

-
Ministro Bussetti: "Stop ai trasferimenti dei prof neo assunti"

Il Ministro Marco Bussetti fa una proposta innovativa ovvero quella di porre un freno al trasferimento degli insegnanti assunti da poco.

L'obiettivo è dare più stabilità alle cattedre, con il nuovo anno scolastico in arrivo.

Il problema della troppa mobilità

Bussetti ha rilasciato delle dichiarazioni al Messaggero, al quale dichiara che le soluzioni non possono essere estemporanee ma strutturali. Il concorso inoltre, secondo Bussetti, dovrà essere il modo principale per iniziare a lavorare a scuola. Chi vuole insegnare nella propria zona deve poterlo fare senza problemi.

Docenti precari: una parte dei fondi destinati a loro

Per i docenti che non sono di ruolo per la prima volta saranno destinati dei fondi. Questo a seguito di un accordo tra Miur e sindacati.

Anche loro infatti devono come gli altri essere rispettati. A inizio anno scolastico, saranno fissati dei criteri con cui ogni scuola distribuirà i fondi.

I "furbetti" della 104

La legge 104 . è quella che regolamenta il permesso per assistere parenti o affini di terzo grado qualora ci sia un handicap grave.

Succede però che qualcuno ne abusa. In questo caso, bisogna che i controlli ci siano e che vengano usati. Non è infatti possibile abusare di una legge simile.

Cambiamenti per gli esami di maturità 

Anche gli esami verranno cambiati, almeno in base a quanto affermato da Bussetti. Saranno infatti revisionate le sessioni e il sistema complessivo, perché giudicato come "molto difficile".

Per Bussetti l'esame deve essere la conclusione di un percorso e non la "prova del fuoco".

Il bullismo 

Le aggressioni da parte di studenti sono aumentate, per questo il Ministro, nel condannare gli atti di violenza e bullismo, dichiara che sarà dalla parte dei docenti come parte civile in ogni processo che deriverà da un'aggressione".

Si interverrà anche sul codice etico previsto in seguito al rinnovo del contratto, oltre a lavorare sull'educazione dei ragazzi.

Gli studenti atleti

Ci sono molti studenti che praticano attività sportive a livelli agonistici. Per agevolarne l'apprendimento e la didattica, è necessario prevedere un piano personalizzato per loro e lezioni a distanza.

In sostanza, niente penalizzazioni per gli sportivi. Invece spesso chi supera i 30 anni e ha concluso il percorso agonistico, ha molte difficoltà a trovare lavoro.Per questo, possono venire incontri strumenti didattici multimediali e online.

I vaccini dovranno essere obbligatori 

Il diritto alla salute è fondamentale come quello all'istruzione, per cui va rispettato l'obbligo a vaccinarsi da parte di tutti, in conformità con quanto stabilito dal ministro della Salute Giulia Grillo.

 



DIVENTARE INSEGNANTE CON LA MESSA A DISPOSIZIONE, UN SOGNO POSSIBILE ANCHE PER TE

Ascolta le storie di Anna Maria, Paolo e Caterina ed inizia anche tu la tua avventura nel mondo della scuola
Video sulla messa a disposizione

RECENSIONI UTENTI valutazione voglioinsegnare

Scopri le esperienze di chi ha già usato il nostro servizio