Concorso docenti: 24 CFU obbligatori anche con 3 anni di servizio?

di: Carla Sandrelli - 12/11/2018
Scopri di più sulla domanda di messa a disposizione
Concorso docenti: 24 CFU obbligatori anche con 3 anni di servizio?

Tantissimi aspiranti docenti precari sono in attesa dei concorsi per accedere alla professione di insegnante, annunciati per la prima volta nell'anno 2017.

Con la nuova Legge di Bilancio che dovrebbe essere approvata a fine anno, si prevedono grosse novità anche in ambito concorsuale.

24 CFU anche per chi ha 3 anni di servizio?

Con la precedente legge 59/2017, ad essere esentati dal conseguimento dei 24 CFU erano i docenti precari con almeno 3 anni di servizio.

Ora, se la nuova legge di bilancio venisse approvata, anche i docenti precari con 3 anni di servizio potrebbero dover conseguire i 24 CFU in materie socio-psico-pedagogiche come i neolaureati.

Modifica, questa, che farebbe parecchio arrabbiare gli aspiranti docenti, che pensavano appunto che gli fosse riconosciuta l'esperienza maturata nei precedenti anni.

La modifica tuttavia non è definitiva, bisogna aspettare l'approvazione della legge di bilancio di fine anno.

La bozza prevede, infatti, che i precari con almeno 3 anni di servizio negli ultimi otto, non avranno una procedura riservata ad hoc, come previsto dalla Buona scuola, ma avranno una riserva del 10% dei posti totali sul concorso ordinario per laureati non abilitati.

Non è chiaro però se questi precari storici dovranno possedere o meno i 24 CFU. Stando al testo della bozza potrebbe sembrare che anche questi potrebbero avere l’obbligo, dato che non è scritto espressamente che tali soggetti avranno un esonero.

Le altre novità previste dalla Legge di Bilancio

Il Concorso diventa abilitante

Il superamento del concorso pubblico sarà abilitante ai fini dell’insegnamento per le medesime classi di concorso per le quali si è partecipato.

In merito al sostegno non ci saranno idonei. La graduatoria che verrà stesa a fine concorso sarà composta dallo stesso numero dei posti messi a concorso e le graduatorie varranno per due anni.

Fine della mobilità

Niente più decine e decine di spostamenti da Nord a Sud. Infatti nel caso passasse la legge, si sarebbe obbligati a rimanere per quattro anni nella stessa scuola dove si è svolto l'anno di prova.

Prove concorsuali

Anche le prove concorsuali potrebbero subire delle modifiche, per valutare al meglio il grado delle conoscenze e competenze dei candidati nelle discipline inerenti la propria classe di concorso.

FIT addio

Se con la legge sulla “Buona Scuola” si prevedevano 3 anni di formazione e tirocinio, il cosiddetto FIT, ora sarà previsto solo un anno di prova e formazione, per poi passare direttamente all'assunzione in ruolo.

Le sopracitate modifiche saranno effettive solo a seguito dell'approvazione della legge di bilancio a fine anno.

CONSEGUI ORA I 24 CFU


DIVENTARE INSEGNANTE CON LA MESSA A DISPOSIZIONE, UN SOGNO POSSIBILE ANCHE PER TE

Ascolta le storie di Anna Maria, Paolo e Caterina ed inizia anche tu la tua avventura nel mondo della scuola
Video sulla messa a disposizione

RECENSIONI UTENTI valutazione voglioinsegnare

Scopri le esperienze di chi ha già usato il nostro servizio