Scuole medie: al via i test Invalsi online per italiano, matematica e inglese

di: Redazione - 03/04/2018
Scopri di più sulla domanda di messa a disposizione
Scuole medie: al via i test Invalsi online per italiano, matematica e inglese

Al via da oggi i test Invalsi di terza media, ovvero le tanto discusse prove del Sistema Nazionale per la Valutazione del Sistema dell’Istruzione (Invalsi).

I test standardizzati nazionali per la rilevazione degli apprendimenti, che vengono somministrati nelle seconde e quinte elementari, prime e terze medie e in tutte le seconde superiori, sono test preparati dall’Invalsi e servono, nelle intenzioni del Ministero dell’Istruzione, a valutare il livello di preparazione degli alunni italiani, in Italiano e Matematica.

Da oggi quindi le scuole medie potranno avviare le procedure per sondare le competenze in italiano, matematica e inglese dei ragazzini che a giugno saranno impegnati con gli esami di licenza media.

A riportarlo nello specifico un articolo di Repubblica.it, che sottolinea: "Il tutto sarà rigorosamente online. È proprio questa la novità che fa tremare i tecnici dell’istituto di via Ippolito Nievo che hanno dovuto organizzare l’intera prova in meno di un anno. 


Il primo dubbio riguarda proprio la dotazione tecnologica delle scuole medie, notoriamente meno consistente di quella delle scuole superiori. Basteranno i computer a disposizione delle scuole? Saranno abbastanza moderni e, soprattutto, reggeranno i collegamenti ad internet per evitare interruzioni o blackout improvvisi durante la somministrazione delle prove? Secondo i dati del ministero dell’Istruzione le tre regioni con meno computer nell’intero primo ciclo (scuole medie e elementari) sono tre: Lazio, Basilicata e Abruzzo. Un paio di mesi fa, un folto gruppo di dirigenti scolastici lombardi manifestò, in vista della prova, più di una preoccupazione. L’Invalsi ha risposto citando due numeri: per fare sostenere le prove a 574.600 studenti le scuole potranno contare su 216mila computer. Uno ogni 2,5 studenti. Un dato che appare incoraggiante.

Ma ognuno dei 574mila ragazzini coinvolti nella prima assoluta del test Invalsi online dovrà cimentarsi in tre diverse prove e non più in due com’era fino all’anno scorso: italiano e matematica. Quest’anno occorre aggiungere anche il quizzone d’inglese.

Saranno in tutto un milione e 724mila i questionari da svolgere. Per un totale di 4 milioni di ore passate davanti ai computer. Per questa ragione l’intera operazione si potrà concludere entro il 21 aprile: 13 giorni in tutto, escluse le domeniche e i sabati. Basteranno? “Sappiamo che le scuole hanno organizzato più turni nello stesso giorno per rientrare nei tempi”, spiega il direttore generale dell’Invalsi, Paolo Mazzoli. Ogni prova durerà 90 minuti e in tutto, per portare una classe in aula computer, per svolgere la prova e riportare gli alunni in aula, occorrono due ore e un quarto.

Ma come si svolgerà il test? “Ogni studente avrà le proprie credenziali e si collegherà ad un server (cloud) esterno che contiene i questionari. Per prevenire inconvenienti abbiamo effettuato delle prove anche sulle connessioni. Ma gli aspetti tecnici sono stati travolgenti e siamo consapevoli che una prova online su un numero così grande di alunni e su tre discipline è un impegno notevole, e che quindi eventuali disfunzioni sono sempre possibili”, continua Mazzoli. L’Invalsi, per consentire a tutti gli studenti di affrontare il test, ha previsto più di una sessione straordinaria. Anche perché i risultati delle prove dovranno pervenire alle scuole a fine maggio: prima dell’ammissione agli esami, in quanto avere sostenuto le prove diventerà requisito fondamentale. Basterà semplicemente svolgerli, non importa la valutazione. Ma in alcuni paesini di montagna con la connessione ballerina e in scuole dove i computer scarseggiano l’impresa potrebbe essere più ardua del previsto.

 

INVIA ORA IL TUO CURRICULUM ALLE SCUOLE


DIVENTARE INSEGNANTE CON LA MESSA A DISPOSIZIONE, UN SOGNO POSSIBILE ANCHE PER TE

Ascolta le storie di Anna Maria, Paolo e Caterina ed inizia anche tu la tua avventura nel mondo della scuola

RECENSIONI UTENTI

Scopri le esperienze di chi ha già usato il nostro servizio