Rinuncia a supplenza o abbandono di cattedra: ecco le conseguenze

-
Scopri di più sulla domanda di messa a disposizione
Rinuncia a supplenza o abbandono di cattedra: ecco le conseguenze

Cosa succede se si abbandona un incarico di supplenza o se si rifiuta un incarico? Vediamo caso per la caso le conseguenze di queste decisioni.

Il decreto ministeriale del 13 giugno 2007

Il decreto ministeriala del 13 giugno 2007, e in particolare l'articolo 8, disciplina questi casi. Per scaricare la legge clicca QUI.

A. Supplenze date in base alle graduatorie ad esaurimento

1. se si rinuncia ad essere assunti o se si è assenti al momento della convocazione, non si avranno altre supplenze dalle graduatorie ad esaurimento;

2. accettando il servizio ma non presentandosi poi a lavoro, sono perdute le possibilità di fare supplenza tramite GAE, sia dalle graduatorie di istituto che da quelle di circolo; 

3. in caso di abbandono di servizio, non si conseguono supplenze dalle Graduatorie ad Esaurimento, di istituto o di circolo. 

B. Supplenze assegnate in base alle graduatorie di istituto o di circolo

1. si va a finire in coda in graduatoria di terza fascia se si rinuncia a un contratto o alla sua proroga per due volte nella medesima scuola, ma solo per chi è inoccupato quando viene offerta la supplenza;

2. si perde la possibilità di avere supplenze se non c'è assunzione di servizio dopo aver accettato. Non si potrà quindi fare supplenze per la stessa materia nelle scuole dove si è in graduatoria;

3. abbandonare il servizio fa perdere la possibilità di avere supplenze per ogni graduatoria di insegnamento;

C. Supplenze brevi fino a dieci giorni nella scuola dell’infanzia e primaria

1. non accettare di essere assunti fa cancellare l'aspirante insegnante dall'elenco di quelli che dovrebbero essere chiamati per certe tipologie di supplenze;

2. se non c'è assunzione in servizio ma lo si è accettato, la sanzione è la stessa del punto b2;

 

3. abbandonare la supplenza equivale alla sanzione del punto b3.

Casi particolari

Se si sta giù lavorando ma il periodo del contratto non è fino alla fine delle lezioni, il docente può interrompere il suo incarico per accettarne uno fino a fine anno. 

Se si ha un lavoro per via delle graduatorie di istituto, si può lasciare per un altro preso tramite le graduatorie ad esaurimento.

I casi in cui le sanzioni non vengono applicate

In caso i comportamenti oggetto di sanzioni siano dovuti a comprovati e particolari motivi (ad es. di salute) bisogna far pervenire la relativa documentazione alla scuola.



DIVENTARE INSEGNANTE CON LA MESSA A DISPOSIZIONE, UN SOGNO POSSIBILE ANCHE PER TE

Ascolta le storie di Anna Maria, Paolo e Caterina ed inizia anche tu la tua avventura nel mondo della scuola
Video sulla messa a disposizione

RECENSIONI UTENTI valutazione voglioinsegnare

Scopri le esperienze di chi ha già usato il nostro servizio