Insegnante di sostegno con la messa a disposizione

-
Scopri di più sulla domanda di messa a disposizione
Insegnante di sostegno con la messa a disposizione

In Italia continua ad esserci mancanza di insegnanti di sostegno: i numeri di queste carenze sono riportati anche sui quotidiani locali e nazionali, come ad esempio Veneziatoday: su 605 istituti scolastici, 31 hanno meno insegnanti del necessario, e in 216 scuole c'è un preside reggente.

Solo nella regione Veneto, per questo anno scolastico sono vacanti oltre 2800 posti, e di questi quasi 1560 sono di sostegno.

Alla luce di queste mancanze, tanti aspiranti prof stanno inviando le mad online, le domande per proporsi come candidati all'insegnamento.

L'invio della messa a disposizione grazie a Voglioinsegnare consente una procedura molto semplificata, e consente l'invio a tantissime scuole in simultanea.

La carenza sul sostegno

Visto che mancano insegnanti in questo ambito, i presidi sono obbligati a reclutare insegnanti anche non specializzati o abilitati al sostegno, per cui ci sono molte più possibilità di lavoro.

Gli specializzati sul sostegno non potranno essere convocati subito

Il 15 e 16 aprile ci saranno i test preselettivi per accedere al Corso di Specializzazione Tfa Sostegno. Tuttavia, la procedura è ancora lunga per chi vuole intraprendere questo percorso, e dovrà seguire i seguenti step:

- partecipazione alla prova di selezione

- superamento della prova

- frequenza e conclusione del corso di Tfa Sostegno

- partecipazione al Concorso Scuola 2019 per abilitarsi al sostegno

 

Come si può intuire, il percorso per diventare un insegnanti di sostegno abilitati è lungo ma non impossibile, ma servirà tempo affinché si abbiano sufficienti insegnanti di sostegno abilitati per le scuole italiane.

Nel frattempo quindi, gli istituti scolastici continueranno a reclutare personale con la messa a disposizione

Master BES e Master DSA

Un dirigente scolastico preferisce selezionare un docente che ha un Master BES o un Master DSA, anche se non abilitato al sostegno, rispetto a chi non ha nessun titolo.

I Master, oltre a essere ben visti a livello curriculare, danno anche fino a 3 punti in graduatoria in seconda e terza fascia, e 1 punto per insegnanti di ruolo, per trasferimento e mobilità. 

I Corsi di perfezionamento invece forniscono un punto.

La valutazione positiva dei master è riportata sul modello di richiesta per le iscrizioni in graduatoria di II fascia 2017-2020, nella sezione C punto D.8, e valutato fino a 3 punti: “Attestato di frequenza di corsi di perfezionamento universitario di durata annuale, con esame finale, coerente con gli insegnamenti ai quali si riferisce la graduatoria ovvero inerente i BES (Bisogni Educativi Speciali)".



DIVENTARE INSEGNANTE CON LA MESSA A DISPOSIZIONE, UN SOGNO POSSIBILE ANCHE PER TE

Ascolta le storie di Anna Maria, Paolo e Caterina ed inizia anche tu la tua avventura nel mondo della scuola
Video sulla messa a disposizione

RECENSIONI UTENTI valutazione voglioinsegnare

Scopri le esperienze di chi ha già usato il nostro servizio