Diplomati magistrali fuori dalle Gae: salta l'assunzione di 50mila maestri

di: Redazione - 21/12/2017
Scopri di più sulla domanda di messa a disposizione
Diplomati magistrali fuori dalle Gae: salta l'assunzione di 50mila maestri

I diplomati magistrali, i 50mila maestri e maestre che insegnano nella scuola italiana con il vecchio titolo preso entro l'anno scolastico 2001-2002 non saranno assunti: il Consiglio di Stato ha stabilito che non hanno diritto ad entrare nelle Graduatorie ad Esaurimento, e chi lo aveva già fatto ora probabilmente sarà espulso.

L'ultima sentenza della Plenaria del Consiglio di Stato è definitiva e depositata mercoledì 20 dicembre: "Il possesso del solo diploma magistrale, sebbene conseguito entro l'anno scolastico 2001-2002, non costituisce titolo sufficiente per l'inserimento nelle graduatorie ad esaurimento del personale". E ha ordinato che "la presente sentenza sia eseguita dall'autorità amministrativa". Nel caso, il ministero dell'Istruzione.
“Si chiude così – scrive il Fatto Quotidiano - uno dei più grandi contenziosi della scuola italiana degli ultimi decenni: la sentenza della plenaria del Consiglio di Stato era attesissima, perché doveva decidere sul ricorso di quasi 50mila insegnanti della scuola primaria. Parliamo dei diplomati magistrali entro l’anno 2001/2002: prima di quella data, infatti, il titolo del diploma magistrale era sufficiente per insegnare alle elementari (dove ormai invece è obbligatoria la laurea). Nel 2014 una storica sentenza aveva dato ragione a tutti questi docenti: dal momento che il titolo all’epoca consentiva l’accesso all’insegnamento, doveva essere considerato abilitante anche oggi. Così decine di migliaia di maestre avevano potuto accedere alla seconda fascia delle graduatorie d’istituto, le liste che assegnano ogni anno le supplenze. Un trionfo. Ma l’obiettivo grosso era quello di entrare nelle cosiddette Gae, le graduatorie che danno diritto all’assunzione”.

Dopo tre anni di attesa, la risposta è stata dunque negativa. Sono due le motivazioni fornite dal Consiglio di Stato: i ricorsi sono stati troppo tardivi, avrebbero dovuto essere presentati nel 2007, subito dopo l’esclusione dalle GaE.

Grande la delusione per i diplomati magistrali: si tratta di 50mila maestre che dovranno ora fare le supplenti fino alla pensione, o rimettersi a studiare per partecipare ai concorsi.

Chi invece era entrato in graduatoria con riserva, grazie ai provvedimenti cautelari dei tribunali, con tutta probabilità sarà espulso.

“Rischiamo il più grande licenziamento di massa della scuola italiana”, denuncia sul Fatto Quotidiano l’avvocato Santi Delia, che ha curato alcuni dei ricorsi.

I circa 2mila docenti con lo stesso identico titolo potrebbero paradossalmente essere invece al sicuro, poiché in possesso di sentenze favorevoli passate in giudicato.


DIVENTARE INSEGNANTE CON LA MESSA A DISPOSIZIONE, UN SOGNO POSSIBILE ANCHE PER TE

Ascolta le storie di Anna Maria, Paolo e Caterina ed inizia anche tu la tua avventura nel mondo della scuola
Video sulla messa a disposizione

RECENSIONI UTENTI valutazione voglioinsegnare

Scopri le esperienze di chi ha già usato il nostro servizio

© 2018 - voglioinsegnare.it - Redazione e Invio domanda di messa a disposizione (MAD)
Tutti i diritti sono riservati ed è vietata anche la riproduzione parziale.
Il layout e le schede informative, sia web che inviate via email sono di proprietà di voglioinsegnare.it
pertanto è fatto assoluto divieto replicare o copiare parte del layout e dei contenuti
Privacy Policy | Condizioni | Feedback
Telefono 02 40031245