Approvato il decreto su Reddito di Cittadinanza e pensioni quota 100

-
Scopri di più sulla domanda di messa a disposizione
Approvato il decreto su Reddito di Cittadinanza e pensioni quota 100

È stato approvato ieri il cosiddetto “decretone” su reddito di cittadinanza e quota 100.

Per la quota 100, ovvero la possibilità di andare in pensione con 62 anni di età e 38 di contribuiti (per chi ha maturato tutto ciò entro la fine del 2018), sono stati stanziati quattro miliardi di euro.

Adesso Camera e Senato dovranno esaminare il decreto.

Le pensioni per il personale della scuola

Le domande attese che giungeranno dal personale della scuola, per la pensione, saranno circa diecimila, anche se molti potrebbero essere scoraggiati dal fatto che poi se si aderisce alla quota 100, quindi andando in pensione anticipatamente, l'assegno percepito sarà più basso.

Il pensionamento potrà partire da settembre 2019, ovvero sei mesi dopo i lavoratori privati, perché chiaramente gli insegnanti non possono lasciare le cattedre ad anno scolastico in corso.

Per il personale della scuola, le domande avranno scadenza il 28 febbraio, ma per maggiori chiarimenti e procedure bisogna attendere delucidazioni da parte del Ministero dell'Istruzione.

Reddito di cittadinanza

A febbraio il sito del reddito di cittadinanza sarà pubblicato, e le persone che vivono sole potranno ricevere fino a 780 euro al mese.

Secondo una prima stima, saranno circa un milione e 320mila gli italiani che riceveranno il reddito di cittadinanza.

Scarica le slide del governo sul reddito di cittadinanza e residenza



DIVENTARE INSEGNANTE CON LA MESSA A DISPOSIZIONE, UN SOGNO POSSIBILE ANCHE PER TE

Ascolta le storie di Anna Maria, Paolo e Caterina ed inizia anche tu la tua avventura nel mondo della scuola
Video sulla messa a disposizione

RECENSIONI UTENTI valutazione voglioinsegnare

Scopri le esperienze di chi ha già usato il nostro servizio