A settembre boom di supplenze. Uil: "Tutelare diritti dei precari"

-
Scopri di più sulla domanda di messa a disposizione
A settembre boom di supplenze. Uil: "Tutelare diritti dei precari"

Tra quota 100, pensionamenti, e situazioni di precariato, ci sarà un vero e proprio boom di supplenze il prossimo anno scolastico.

Se ne è parlato a Cagliari durante un'assemblea molto importante che riguarda i precari della scuola, organizzata dalla UIL.

Si deve chiedere un reclutamento in fase transitoria in tempi brevi, altrimenti si dispererà l'esperienza decennale di tantissimi docenti.

Due emergenze che mettono a rischio l'anno scolastico

La prima emergenza è che il prossimo anno scolastico ci saranno tantissimi posti disponibili, e cattedre vacanti.

La seconda emergenza è che si rinnoveranno ancora una volta i contratti a termine, con altri contratti a tempo determinato. In questo modo, si va a violare la regola comunitaria Ue per il cui il governo è già stato sanzionato.

Per i giudici europei infatti, i precari della Pubblica Amministrazione, quindi scuola compresa, sono vittime di abuso di contratti a scadenza. Il precario ha quindi il diritto al risarcimento e il dirigente pubblico deve essere sanzionato.

I precari raddoppieranno: serve un provvedimento specifico

I precari questo anno scolastico saranno il doppio di quelli dell'anno scorso. È perciò necessario un provvedimento straordinario del Miur, perché la questione non può essere delegata ad altri.

Giuseppe D'Aprile, il segretario nazionale della Uil Scuola, ha dichiarato che la manifestazione della scorsa settimana era di tipo propositivo, oltre che per chiedere attenzione sul mondo dei precari, anche per il rinnovo del contratto scuola e protestare contro l'intenzione di regionalizzare la scuola statale.

Il 12 marzo ci saranno altri sit-in di protesta in numerose città italiane.

Una fase transitoria per regolarizzare tutti i precari

È quello che chiedono i sindacati, per dare finalmente una certezza lavorativa ed esistenziale a chi da anni lavora nel mondo della scuola senza nessuna sicurezza esistenziale e lavorativa.

Buco di organico e messa a disposizione

Per compensare le innumerevoli cattedre vacanti che si andranno a creare, lo strumento della messa a disposizione rimarrà ancora molto usato dalle scuole per convocare supplenti.



DIVENTARE INSEGNANTE CON LA MESSA A DISPOSIZIONE, UN SOGNO POSSIBILE ANCHE PER TE

Ascolta le storie di Anna Maria, Paolo e Caterina ed inizia anche tu la tua avventura nel mondo della scuola
Video sulla messa a disposizione

RECENSIONI UTENTI valutazione voglioinsegnare

Scopri le esperienze di chi ha già usato il nostro servizio