Questo sito utilizza i cookie. Proseguendo nella navigazione ne accetti l’utilizzo (cookie policy)

Messa a disposizione: come si fa

-
Scopri di più sulla domanda di messa a disposizione
Messa a disposizione: come si fa

Per l'invio della messa a disposizione non ci sono delle vere e proprie regole di invio, in quanto essa è paragonabile all'invio di un curriculum alle scuole, per rendersi disponibili per ruoli di supplenza.

A parte la mad sostegno quindi, non ci sono limitazioni, e la mad può essere inviata anche da:

  • chi ha la laurea triennale;

  • chi non ha la specializzazione sul sostegno;

  • chi si sta per laureare;

  • chi non ha maturato i crediti sufficienti per l'iscrizione in graduatoria;

  • chi è iscritto in graduatoria;

  • chi non è iscritto in graduatoria.

 

Come si fa a inviare la mad

Per inviare la mad è sufficiente seguire i seguenti passaggi:

- vai sul sito www.voglioinsegnare.it

- clicca su "inizia con la messa a disposizione";

- compila tutti i campi richiesti: certificazioni e titoli di studio posseduti, dati anagrafici, 

- seleziona le scuole a cui vuoi inviare la domanda, scegliendo la provincia o le province e l'ordine di scuola;

- effettua il pagamento online;

- entro 72 ore lavorative si verrà contattati da una consulente che controllerà la correttezza dei dati compilati ed effettuerà poi l'invio effettivo.

4 consigli utili per aumentare le possibilità di convocazione

Le domande di messa a disposizione sono valutate in base ai titoli e alle competenze acquisite, ma non solo.

Ecco alcuni consigli per l’invio della messa a disposizione.

  • inserire tutti i titoli utili posseduti: è fondamentale inserire tutti i titoli di studio o accademici conseguiti, anche se non strettamente inerenti alla propria classe di concorso. Accade spesso infatti che, a causa di carenza di docenti, vengano presi in considerazione anche curriculum non perfettamente affini con quella classe di concorso ma con altri titoli ed esperienze;

  • inviare la mad a più scuole e più volte nel corso dell’anno: sicuramente ci sono dei periodi in cui ci sono più probabilità di essere contattati, ad esempio prima dell’inizio della scuola o prima delle vacanze natalizie. È però bene inviare le mad in diversi momenti dell’anno e a più scuole perché i prof possono mancare in qualsiasi momento per malattie, congedi o trasferimenti;

  • inserire un domicilio vicino alla provincia di invio: a volte le chiamate dalla scuola potrebbero arrivare il giorno prima o il giorno stesso. È quindi importante essere preparati e non mettere un domicilio che sia distante più di 50/60 chilometri dalla scuola, perché si potrebbe essere scartati per questo motivo;

  • mettersi a disposizione per il sostegno: i docenti di sostegno sono quelli che mancano maggiormente, e di frequente vengono contattati per questo ruolo anche insegnanti senza specializzazione sul sostegno ma con titoli comunque adeguati (ad es. un master BES o DSA) a ricoprire questo ruolo.

Chiama lo 02 40031245 o scrivi a info@voglioinsegnare.it per maggiori informazioni

Un’alternativa all’iscrizione in graduatoria GPS

La mad online è inoltre un ottimo strumento per chi non è riuscito a iscriversi nelle Graduatorie Provinciali per le Supplenze (GPS). Tutti coloro non presenti in graduatoria possono quindi utilizzare questo importante strumento.

PIANIFICA ADESSO L’INVIO DELLA DOMANDA


Approfondisci l'argomento con un consulente


DIVENTARE INSEGNANTE CON LA MESSA A DISPOSIZIONE, UN SOGNO POSSIBILE ANCHE PER TE

Ascolta le storie di Anna Maria, Paolo e Caterina ed inizia anche tu la tua avventura nel mondo della scuola
Video sulla messa a disposizione

RECENSIONI UTENTI valutazione voglioinsegnare

Scopri le esperienze di chi ha già usato il nostro servizio
02 400 31 245