Messa a disposizione come commissario esterno: come funziona e compensi

di: Lucia Picardo - 01/04/2017
Scopri di più sulla domanda di messa a disposizione
Messa a disposizione come commissario esterno: come funziona e compensi
Il docente precario ha la possibilità di inviare la messa a disposizione come commissario esterno per gli Esami di Stato della scuola secondaria di II grado. In questo modo potrà sostituire i commissari rinunciatari o assenti. Per inviare la messa a disposizione come commissario esterno occorre essere in possesso del titolo di laurea. Quindi, l’abilitazione e l’iscrizione nelle graduatorie non costituisce elemento fondamentale per l’invio della MAD. Ovviamente, l’insegnante neo laureato o comunque non iscritto in graduatoria deve avere un piano di studi coerente con la classe di concorso per la quale concorre, secondo il nuovo regolamento sulle cdc e i titoli per accedere alle medesime. È giusto sapere che la segreteria scolastica prende in considerazione anche la domanda commissario esterno Esami di Stato 2017 per i docenti di ruolo.

Messa a disposizione come commissario esterno: info utili

  Per la domanda commissario esterno Esami di Stato 2017 scadenza, è opportuno comprendere che non c’è un periodo preciso in cui inviarla. Indicativamente, da fine febbraio fino ad inizio giugno verranno valutate. Ricordiamo che solo a giugno gli uffici scolastici verranno a conoscenza del numero preciso delle eventuali rinunce. La messa a disposizione come commissario esterno può essere inviata a tutte le scuole dove il candidato vuole presentare domanda. Non c’è quindi un numero limitato di invio, esattamente come avviene per la classica messa a disposizione. Si può presentare domanda anche per province diverse da quelle in cui si è iscritti in graduatoria. Però ai fini del punteggio verrà valutato solo quello svolto in una provincia, cioè non viene valutato il servizio svolto in un a.s. in più province. Bisogna inoltre calcolare, che non è previsto alcun indennizzo per la trasferta e che il ruolo ricoperto potrà essere utilizzato ai fini del punteggio, solo se il candidato scelto non ha raggiunto il massimo punteggio per a.s. (12 punti per 6 mesi).

Commissario esterno esami di stato compenso

  Dopo aver inviato la messa a disposizione come commissario esterno, se il docente verrà selezionato, il compenso previsto è di 911 euro. Vi invitiamo a consultare la tabella del Miur per tutti i dettagli, in quanto il compenso previsto viene aumentato a seconda della distanza dal luogo. Ad esempio se il docente per raggiungere la sede ci impiega con i mezzi di linea extraurbani più veloci circa 30 minuti il corrispettivo è di 171 euro.

Modello domanda commissario esterno Esami di Stato

  Per inviare la messa a disposizione come commissario esterno, il team di VoglioInsegnare.it ha predisposto un apposito servizio. In questo modo, eviterete di commettere errori durante l’invio con la conseguente possibilità che, sbagliando, la vostra candidatura non venga proprio valutata. Inoltre, il servizio è molto intuitivo da usare, evitando così anche il tempo speso nella ricerca degli indirizzi mail ancora attivi e relativi alla sede del DS.

DIVENTARE INSEGNANTE CON LA MESSA A DISPOSIZIONE, UN SOGNO POSSIBILE ANCHE PER TE

Ascolta le storie di Anna Maria, Paolo e Caterina ed inizia anche tu la tua avventura nel mondo della scuola
Video sulla messa a disposizione

RECENSIONI UTENTI valutazione voglioinsegnare

Scopri le esperienze di chi ha già usato il nostro servizio