Questo sito utilizza i cookie. Proseguendo nella navigazione ne accetti l’utilizzo (cookie policy)

Messa a disposizione: 10 motivi per inviarla

-
Scopri di più sulla domanda di messa a disposizione
Messa a disposizione: 10 motivi per inviarla

Perché inviare la messa a disposizione?

 

La messa a disposizione è molto utilizzata da chi vuole iniziare a lavorare nel mondo della scuola come supplente (o personale ATA) in attesa di una chiamata dalle graduatorie.

L'invio invio della mad online può essere fatto sempre, non solo ad agosto e settembre. Ecco un elenco di dieci buoni motivi per l'invio della messa a disposizione.

  1. Fare sostegno: gli istituti scolastici sono sempre alla ricerca di docenti di sostegno, e al momento l'unica possibilità di trovarli, in attesa dei nuovi corsi di specializzazione TFA sostegno, è la ricerca tramite la messa a disposizione; 

  2. Congedo parentale: chi ha figli piccoli a casa può richiedere un congedo parentale in qualsiasi momento dell'anno, per questo potrebbero aumentare le cattedre scoperte, soprattutto in periodo invernale;

  3. Risparmio di tempo: inviare la mad online richiede veramente poco tempo. Quindi perché non farlo?
  4. Aumentare i punti in graduatoria: il servizio svolto presso le scuole determina l'accumulo di un determinato punteggio utile per le graduatorie GPS. Più il punteggio è alto, più si avrà possibilità di essere contattati;
    messa-a-disposizione
  5. Più lavoro: anche chi è iscritto in graduatoria può inviare la messa a disposizione, aumentando così le proprie possibilità di lavoro;

  6. Cambiare professione: tante sono le storie di Voglioinsegnare.it, alcune pubblicate tramite le nostre recensioni, che testimoniano come dopo l'invio di una messa a disposizione ci sia stata veramente una svolta di vita, e molte persone hanno improvvisamente cambiato lavoro passando ad esempio dalla libera professione all'insegnamento;

  7. Un banco di prova: se si invia una mad online, si può essere chiamati immediatamente per una supplenza, anche se si è iscritti già da anni ed anni in graduatoria, senza mai aver ricevuto una chiamata. È possibile così mettersi subito alla prova senza aspettare ulteriormente di essere contattati;

  8. Utilizzare al meglio il proprio diploma o laurea: una laurea in materie scientifiche può andar bene per insegnare matematica, un laureato in giurisprudenza può avere una cattedra di diritto e via dicendo. 

  9. Cattedre scoperte: un permesso, una gravidanza, una malattia… un insegnante può mancare per i motivi più disparati, e le scuole hanno immediatamente necessità di un sostituto.

  10. Risparmiare tempo e denaro: la ricerca a mano di tutte le email da inviare alle scuole sarà risparmiata con l'invio automatico della mad online, e la domanda non dovrà nemmeno essere scritta a mano ma solo in formato elettronico. Su Voglioinsegnare.it va effettuata la compilazione di ogni campo con i dati personali e titoli di studio.



Approfondisci l'argomento con un consulente


DIVENTARE INSEGNANTE CON LA MESSA A DISPOSIZIONE, UN SOGNO POSSIBILE ANCHE PER TE

Ascolta le storie di Anna Maria, Paolo e Caterina ed inizia anche tu la tua avventura nel mondo della scuola
Video sulla messa a disposizione

RECENSIONI UTENTI valutazione voglioinsegnare

Scopri le esperienze di chi ha già usato il nostro servizio
02 400 31 245