Concorso Ordinario Scuola: pubblicato il decreto in Gazzetta Ufficiale

-
Concorso Ordinario Scuola: pubblicato il decreto in Gazzetta Ufficiale

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il testo del Decreto inerente il Concorso Scuola Ordinario.

Il decreto per il Concorso Scuola Ordinario, n. 201 del 20 aprile 2020, disciplina le modalità di espletamento della selezione per 25mila posti, che andranno a formare le oltre 50mila assunzioni, annunciando il bando che si prevede verrà pubblicato il prossimo venerdì 24 aprile, insieme a quello per lo straordinario e infanzia e primaria.

SCARICA IL DECRETO DEL CONCORSO ORDINARIO

Secondo prime indiscrezioni, la finestra temporale per la presentazione delle domande dovrebbe andare dal 15 giugno al 31 luglio prossimi.

Entro luglio quindi si dovrebbero conseguire i 24 CFU per l'insegnamento, oltre gli altri titoli di accesso.

Grande attesa per l'uscita del bando di Concorso Ordinario

Sottolineiamo che l'uscita del decreto NON coincide con l'uscita del bando, quindi ancora non è possibile presentare domande di partecipazione.

I requisiti per accedere al Concorso Ordinario

Si ricordano ancora una volta i requisiti, ormai noti, per accedere al Concorso Ordinario, che sono:

  • abilitazione specifica sulla classe di concorso oppure
  • laurea (magistrale o a ciclo unico, oppure diploma di II livello dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica, oppure titolo equipollente o equiparato, coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del concorso) e 24 CFU nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche. È possibile controllare a quali classi di concorso si può accedere tramite la propria laurea

    oppure

  • abilitazione per altra classe di concorso o per altro grado di istruzione, fermo restando il possesso del titolo di accesso alla classe di concorso ai sensi della normativa vigente.

Per gli insegnanti tecnico-pratici (ITP) c'è un unico requisito richiesto sino al 2024/25, ed è il diploma di accesso alla classe della scuola secondaria superiore (tabella B del DPR 19/2016 modificato dal Decreto n. 259/2017).

Per accedere invece ai posti di sostegno bisogna seguire i requisiti già indicati per i posti comuni o per i posti di ITP, maa serve in aggiunta il titolo di specializzazione su sostegno.



DIVENTARE INSEGNANTE CON LA MESSA A DISPOSIZIONE, UN SOGNO POSSIBILE ANCHE PER TE

Ascolta le storie di Anna Maria, Paolo e Caterina ed inizia anche tu la tua avventura nel mondo della scuola
Video sulla messa a disposizione

RECENSIONI UTENTI valutazione voglioinsegnare

Scopri le esperienze di chi ha già usato il nostro servizio