Violenze sui bambini a Parma: arrestate due maestre di una scuola materna

-
Scopri di più sulla domanda di messa a disposizione
Violenze sui bambini a Parma: arrestate due maestre di una scuola materna

Continuano i casi di maltrattamenti negli asili nido, questa volta in Emilia-Romagna.

Le maestre in questione sono già state arrestate, il fatto è avvenuto a Colorno, provincia di Parma. 

Tra le frasi incriminate che le maestre hanno rivolto agli alunni, la seguente: "Mangia col piatto in mano come un animale", dopo che è un bambino si rifiutava di rimanere immobile e seguire l'ordine delle maestre.

I bambini non solo erano apostrofati in malo modo: è emersa anche violenza fisica, psicologica e svariate punizioni, quindi un tipo di comportamento severo e aggressivo: i bambini stavano vivendo nella paura. 

Anche a Pomezia e nel Varesotto sono stati registrati altri casi simili, e le maestre sono state scoperte dalle telecamere. 

È stato ad esempio ripreso un bambino che le maestre tiravano per i capelli, altri invece erano obbligati a mettersi in ginocchio negli angoli della classe, oppure a stare isolati dal gruppi, seduti.

I video delle indagini 

I video delle indagini dovrebbero essere mostrati pubblicamente: è quello che chiede Gilda, il sindacato degli insegnanti. Lo scopo è quello di rendersi realmente conto di quanto successo a Colorno.

Bisognerebbe anche indicare quando una punizione può essere accettabile e quando invece si tratta di un illecito penale.

Il docente, lo ha ricordato anche la giurisprudenza passata, è dotato di un potere autoritativo. Per questo motivo si confida nella magistratura giudicante oltre che in quella inquirente.

L'esigenza delle telecamere a scuola 

Per il Codacons, gli ennesimi casi di maltrattamento nelle scuole confermano l'esigenza dell'introduzione di un sistema di videosorveglianza negli istituti scolastici.

Che vi sia questa esigenza ormai non vi è nessun dubbio, e lo scopo è quello di prevenire ulteriori casi di violenza, non solo verso gli alunni, ma anche verso gli insegnanti.

La maggior parte dei docenti è infatti a favore a introdurre le telecamere nelle scuole, ma c'è anche qualcuno contrario, come i sindacati di categoria. 

Tra le richieste del Codacons dunque, c'è quella di introdurre un sistema di videosorveglianza nella scuole, provvedimento che dovrebbe essere attuato da Lega e Movimento 5 stelle.

Lo scopo è, come si è già detto, la prevenzione della violenza non solo verso gli alunni ma anche verso i docenti.


DIVENTARE INSEGNANTE CON LA MESSA A DISPOSIZIONE, UN SOGNO POSSIBILE ANCHE PER TE

Ascolta le storie di Anna Maria, Paolo e Caterina ed inizia anche tu la tua avventura nel mondo della scuola
Video sulla messa a disposizione

RECENSIONI UTENTI valutazione voglioinsegnare

Scopri le esperienze di chi ha già usato il nostro servizio