Questo sito utilizza i cookie. Proseguendo nella navigazione ne accetti l’utilizzo (cookie policy)

Personale scolastico non vaccinato: mancano all'appello oltre 227 mila persone in tutta Italia

-
Personale scolastico non vaccinato: mancano all'appello oltre 227 mila persone in tutta Italia

Mancano all'appello circa 227 mila lavoratori della scuola non vaccinati, tra docenti, impiegati, presidi, collaboratori scolastici. A lanciare l'appello, è il commissario per l'emergenza Francesco Figliuolo.

A livello percentuale, si parla del 15% su un totale di quasi un milione e mezzo di dipendenti scolastici.

Figliuolo ha così lanciato l'allarme scrivendo alle Regioni:

“Si rende necessario perseguire la massima copertura del personale scolastico. Su una popolazione di oltre 1,46 milioni di soggetti, alla data del 23 giugno, 227.970 non sono stati ancora raggiunti con la prima, o unica, dose, con una forte difformità sul territorio, con Regioni in cui oltre il 25% del personale scolastico non risulta ancora raggiunto dalla vaccinazione”.

Obiettivo: copertura totale per l'inizio dell'anno scolastico

Non si sa però ancora come si potranno raggiungere tutte le persone non vaccinate. I vaccinati invece hanno effettuato per la maggior parte il vaccino con Astrazeneca e di conseguenza ha fatto due iniezioni.

Non ci sono dati su chi ha fatto l’eterologa o meno ma dai dati del Commissario risulta che 1.237.641 persone hanno fatto la prima dose e 2.341 hanno avuto la dose unica per un totale dell’84,50%.

Tra i non vaccinati c'è anche una discreta differenza tra Regioni: se in Campania e Friuli Venezia Giulia non c’è più nessuno da vaccinare in Sicilia mancano all'appello 61.267 persone; in Piemonte 28.326; in Emilia Romagna 21.093; in Sardegna 19.882; in Calabria 15.552; in Veneto 14.420 e in Toscana 14.058.

Come raggiungere in due mesi i non vaccinati

Il commissario Figliuolo in breve tempo dovrà raggiungere queste persone e capire perché non si sono vaccinate. È improbabile infatti che siano tutti contrari ai vaccini, più plausibile che ci sia stato un problema di comunicazione e di informazione, come sostiene anche il segretario nazionale Francesco Sinopoli della Flc Cgil: “Noi abbiamo sempre sostenuto la campagna e continueremo a farlo ma è chiaro che c’è stato un problema di comunicazione e di informazione a partire dal Comitato tecnico scientifico nominato dal nuovo Governo”.



DIVENTARE INSEGNANTE CON LA MESSA A DISPOSIZIONE, UN SOGNO POSSIBILE ANCHE PER TE

Ascolta le storie di Anna Maria, Paolo e Caterina ed inizia anche tu la tua avventura nel mondo della scuola
Video sulla messa a disposizione

RECENSIONI UTENTI valutazione voglioinsegnare

Scopri le esperienze di chi ha già usato il nostro servizio
02 400 31 245