Metodo Montessori: come funziona e la sua applicazione a scuola

-
Metodo Montessori: come funziona e la sua applicazione a scuola

Si sente spesso parlare del Metodo Montessori a scuola, ma cos'è esattamente? Come funziona?

Cerchiamo di fare un quadro breve ma esaustivo del concetto.

Il Metodo Montessori

Iniziamo col dire che il Metodo Montessori è un metodo educativo, che può essere applicato a una fascia molto ampia d'età.

È stato sviluppato dalla pedagogista Maria Montessori, che è adottato in circa sessantamila istituti scolastici di tutto in mondo, con prevalenza nei Paesi Bassi, in Inghilterra, in America e in Germania).

I punti cardine dell'educazione montessoriana

I principi su cui si basa l'educazione montessoriana sono semplici e applicabili a molteplici aspetti didattici:

  • libertà di scelta del percorso educativo;

  • indipendenza;

  • rispetto per il naturale sviluppo psicofisico.

Giochi e intrattenimento per apprendere meglio

Viene data molta importanza a tutto l'aspetto ludico e di intrattenimento nella didattica montessoriana.

Non ci sono gli stessi giochi e un bambino può decidere di passare a un altro gioco in autonomia se si annoia.

Tutto ciò è molto lontano dalle lezioni rigide e ripetitive dove l'alunno si annoia e ciò che dice l'insegnante non è oggetto di discussione.

 

I vantaggi di un'educazione montessoriana

Un bambino che frequenta una scuola montessoriana avrà acquisito le seguenti abilità:

  • è più disponibile a imparare e ad ascoltare;

  • è abituato a scegliere in modo libero e responsabile;

  • è più forte e consapevole;

  • lavora e interagisce meglio con gli altri;

  • sa autocriticarsi e collaborare.

L'autonomia e indipendenza come basi fondamentali della vita

Si usano tre supporti di lavoro in una scuola montessoriana:

  • l'ambiente;

  • il materiale di sviluppo;

  • l'insegnante.

L'ambiente favorisce il lavoro individuale, di gruppo, la sperimentazione, le attività manuali, l'apertura alla realtà extrascolastica.

Il docente prepara l'ambiente, indirizza il bambino, osserva la sua vita culturale e psichica.

Il materiale fornito include strumenti che servono per il lavoro intellettuale e psicomotorio del bambino. Gli strumenti possono essere scelti liberamente, e usati per correggere in modo autonomo gli errori.

Il bambino dai 6 ai 12 anni

Dai 6 anni il bambino smette di essere esclusivamente concentrato su se stesso e inizia a essere attratto molto più dal mondo circostante.

Il bambino impara a leggere e a scrivere, ed è incuriosito dai molteplici aspetti della cultura umana e della natura circostante.

È inoltre molto più interessato a costruire relazioni con gli altri.

Il metodo montessoriano nella scuola primaria

Nella scuola primaria gli strumenti adottati per applicare il metodo montessoriano sono variegati, eccoli di seguito.

Età diversa: non ci sono classi con i bambini della stessa età con il metodo Montessori, ma le età sono diverse.

In questo sono si favorisce lo scambio e la conoscenza.

Attività libere: i bambini possono scegliere quali attività svolgere singolarmente, in altri momenti sotto la guida degli insegnanti lavorano insieme.

Gestione del tempo: imparando a gestire il tempo aumentano notevolmente le capacità auro-organizzative.

Compiti: niente compiti obbligatori a casa, sono i bambini che si interessano spontaneamente anche a casa di ciò che li interessa maggiormente.

Voti: non esistono numeri per identificare la prestazione, ma gli alunni cercano di migliorare le proprie capacità di autovalutazione.

I contenuti: i bambini sono più coinvolti e motivati, per questo apprendono di più.

Passaggio da una scuola montessoriana a una scuola classica

Può capitare che se alla scuola materna si passi da una scuola montessoriana a una “normale”, il piccolo alunno potrebbe avere dei problemi di adattamento, perché passerebbe a un sistema educativo molto libero e aperto a un altro in cui invece c'è molta più rigidità e regole di ogni tipo.

Nell'ultimo anno della scuola primaria, d'altra parte, si preparano a bambini ad affrontare le diversità educative alle quali andranno incontro.



DIVENTARE INSEGNANTE CON LA MESSA A DISPOSIZIONE, UN SOGNO POSSIBILE ANCHE PER TE

Ascolta le storie di Anna Maria, Paolo e Caterina ed inizia anche tu la tua avventura nel mondo della scuola
Video sulla messa a disposizione

RECENSIONI UTENTI valutazione voglioinsegnare

Scopri le esperienze di chi ha già usato il nostro servizio