Bando di concorso ordinario infanzia e primaria: in arrivo 16mila cattedre

-
Bando di concorso ordinario infanzia e primaria: in arrivo 16mila cattedre

L'uscita del concorso ordinario per infanzia e primaria sembra essere in dirittura d'arrivo.

Infatti il MIUR sul sistema POLIS sta facendo le prove per inserire le domande e la loro compilazione.

Si stanno inoltre ultimando i conteggi dei posti vacanti e disponibili per gli anni 2020/21 e 2021/22. Si autorizza infatti all'assunzione di 16959 docenti così suddivisi:

  • 10.624 per il 2020/2021;

  • 6335 per il 2021/2022.

Il concorso sarà bandito solo in quelle regioni dove ci sono posti vacanti e disponibili, per far sì che tutti vengano assunti.

Concorso ordinario infanzia e primaria: requisiti di accesso

Per accedere ai posti comuni i requisiti sono:

  • laurea in Scienze della formazione primaria oppure

  • diploma magistrale abilitante ante 2001/2002 e diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguiti presso gli istituti magistrali, o analogo titolo di abilitazione conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente;

  • analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto dal Miur

Per i posti di sostegno è necessario essere in possesso, oltre ad uno dei titoli suddetti, del titolo di specializzazione sul sostegno.

Sono ammessi con riserva coloro che, avendo conseguito all’estero i titoli suddetti, abbiano comunque presentato la relativa domanda di riconoscimento alla Direzione generale per gli ordinamenti scolastici.

Il Decreto Scuola ha ampliato i requisiti di accesso, permettendo la partecipazione con riserva dei docenti specializzandi SOS IV ciclo TFA sostegno. Si allarga quindi la platea dei candidati al concorso.

Non sono richiesti né i 24 CFU né 36 mesi di servizio per partecipare, e possono concorrere anche i docenti di ruolo.

Come si svolgerà il concorso per infanzia e primaria

Il concorso si sviluppa nel seguente modo:

  • eventuale prova pre-selettiva (qualora le domande di partecipazione siano superiori a quattro volte il numero dei posti);

  • prova scritta

  • prova orale

  • valutazione titoli

È possibile partecipare in un’unica regione per tutte le procedure per cui si ha titolo (max 4: infanzia, primaria, sostegno infanzia e sostegno primaria).

Come si svolge la prova preselettiva

L’eventuale prova preselettiva sarà computer-based, unica per tutto il territorio nazionale.

Gli argomenti della prova preselettiva saranno:

  • capacità logiche;

  • comprensione del testo;

  • conoscenza della normativa scolastica.

All’interno del decreto non è specificato se sarà fornita una batteria di test da parte del Ministero per affrontare la prova. Sarà il bando a dare indicazioni su questo punto, anche se è molto probabile che sarà fornita una batteria dalla quale saranno selezionate le domande del test.



DIVENTARE INSEGNANTE CON LA MESSA A DISPOSIZIONE, UN SOGNO POSSIBILE ANCHE PER TE

Ascolta le storie di Anna Maria, Paolo e Caterina ed inizia anche tu la tua avventura nel mondo della scuola
Video sulla messa a disposizione

RECENSIONI UTENTI valutazione voglioinsegnare

Scopri le esperienze di chi ha già usato il nostro servizio