Alunni ad Alto Potenziale Cognitivo (APC): come riconoscerli e favorirne l'inclusione

-
Scopri di più sulla domanda di messa a disposizione
Alunni ad Alto Potenziale Cognitivo (APC): come riconoscerli e favorirne l'inclusione

Gli alunni APC, o ad Alto Potenziale Cognitivo, sono quei bambini o ragazzi che hanno un alto indice QI, superiore alla media (quindi più di 125/130 punti).

L'alunno in questione può però trovare difficoltà nell'integrarsi in classe, e potrebbe tendere a non farsi notare troppo per queste sue peculiarità, che lo fanno sentire diverso dagli altri contatti.

Non sempre però il ragazzo riuscirà a sviluppare pienamente queste tendenze, proprio per via del fatto che si tratta di un potenziale e non di capacità già completamente realizzate.

Come riconoscere gli alunni APC

Ecco le peculiarità di un alunno APC:

  • apprende spontaneamente a leggere, scrivere e contare prima di frequentare la scuola;

  • comprende in modo rapido;

  • ha una conoscenza vasta in molti campi per la sua età;

  • apprezza di più parlare con adulti o ragazzi più grandi rispetto ai coetanei;

  • vuole stare da solo ogni tanto e si rifugia nella fantasia;

  • è insofferente alla routine;

  • può essere frustrato e avere poca autostima.

La dis-sincronia dello sviluppo

Questi alunni sono precoci, ma non in modo omogeneo. Infatti, lo sviluppo emotivo è comunque pari a quello di un bambino, per cui c'è una discrepanza tra abilità cognitive e sviluppo emotivo.

È possibile che l'ambiente circostante non offra adeguati stimoli per lo sviluppo, facendoli inoltre sentire diversi dai compagni di classe.

Come si comporta a scuola un bambino APC

L'alunno può praticare una sorta di iperadattamento e soffocare le sue vere inclinazioni o interessi, per sentirsi più uguale agli altri e fare parte del gruppo.

Bisogna quindi fare attenzione affinché non diminuisca l'autostima, e l'alunno si senta troppo demotivato o frustrato.

In classe potrebbe manifestare sintomi di irrequietezza o disattenzione, e per questo potrebbe venire confuso con un bambino iperattivo.

Cosa possono fare gli insegnanti

Innanzitutto gli insegnanti si devono approcciare in una modalità di ascolto verso questi alunni, e creare adeguati interventi didattici e di relazione su misura.

È quindi fondamentale sviluppare un'intelligenza emotiva per venire incontro alle loro esigenze.

È necessario che l'insegnante dimostri di avere aspettative sull'alunno, senza per questo provocare ansia da prestazione.

L' ambiente partecipativo è essenziale, per questo si possono anche fornire materiali di studio di diverso livello qualitativo, per fare in modo che ciascun alunno riesca a sviluppare appieno le sue potenzialità.

La creatività, il pensiero critico e la curiosità vanno sempre incoraggiati.

Accettare il fallimento è una capacità da coltivare, che va accresciuta lavorando su se stessi.

L'insegnante può porre sfide sempre nuove all'alunno e spingerlo ad autoregolarsi in base alle sue capacità.


DIVENTARE INSEGNANTE CON LA MESSA A DISPOSIZIONE, UN SOGNO POSSIBILE ANCHE PER TE

Ascolta le storie di Anna Maria, Paolo e Caterina ed inizia anche tu la tua avventura nel mondo della scuola
Video sulla messa a disposizione

RECENSIONI UTENTI valutazione voglioinsegnare

Scopri le esperienze di chi ha già usato il nostro servizio