Gli studenti tornano sui banchi, si inizia da Bolzano. Bianchi puntualizza: "No a dad per caro energia"

-
Aggiornamento GPS 2022 - Clicca qui e ottieni subito 2 PUNTI
Gli studenti tornano sui banchi, si inizia da Bolzano. Bianchi puntualizza: "No a dad per caro energia"

I primi a tornare sui banchi oggi sono gli studenti della provincia di Bolzano, circa 90mila. A seguire inizieranno gli studenti delle altre regioni:

- 12 settembre: Abruzzo, Basilicata, Friuli-Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Veneto, provincia di Trento

- 13 settembre: Campania

- 14 settembre: Calabria, Liguria, Marche, Molise, Puglia, Sardegna, Umbria

- 15 settembre: Emilia-Romagna, Lazio, Toscana

- 19 settembre: Sicilia e Valle d'Aosta

Riaprono oggi anche le scuole dell'infanzia in Trentino e Lombardia

Ricomincia l'anno scolastico anche per i più piccoli in Trentino e Lombardia, mentre elementari e superiori ricominceranno il 12 settembre.

Inaugurazione del nuovo anno scolastico il 16 settembre 

La cerimonia di inaugurazione del nuovo anno scolastico sarà all'Istituto di Istruzione Superiore "Curie-Vittorini" di Grugliasco (Torino) in presenza del presidente della Repubblica, del ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi e di studenti in rappresentanza delle scuole di tutta Italia.

Bianchi al Forum Ambrosetti: «Avremo tutti gli insegnanti al loro posto»

Il ministro Bianchi è anche intervenuto nel corso del Forum Ambrosetti a Cernobbio: "Quest'anno non ci saranno le 40mila supplenze legate al covid. Stiamo lavorando per garantire a coloro che verranno la tavola apparecchiata, e si può iniziare a servire la cena", ha aggiunto con una metafora.

l ministro dell'istruzione ha sottolineato i 4,1 miliardi stanziati dal governo sugli asili nido, e i "4,6 miliardi per la parte digitale per avere la banda larga per 44mila edifici scolastici", tuttavia - aggiunge Bianchi - "La questione demografica deve essere al centro dell'attenzione: perché non vorrei che noi costruiamo i pollai e poi non abbiamo i pulcini".

Mai parlato di Dad per caro energia

Il Governo "non ha mai parlato della possibilità di fare un giorno in Dad per via del caro energia" ha precisato il ministro. "In ogni caso - ha proseguito - la mia posizione è chiarissima. Di fronte ai problemi che abbiamo e che tutti conosciamo, la scuola deve essere l'ultima a essere toccata". 


Aggiornamento GPS 2022 - Clicca qui e ottieni subito 2 PUNTI

Ascolta le storie di Anna Maria, Paolo e Caterina ed inizia anche tu la tua avventura nel mondo della scuola
Video sulla messa a disposizione

RECENSIONI UTENTI valutazione voglioinsegnare

Scopri le esperienze di chi ha già usato il nostro servizio
02 400 31 245